home
  la rivista on-line
  contatti
  fauna marina
  fauna terrestre
  botanica
 preistoria
Alla ricerca dell'Hobbit
Il nostro primo antenato
Quando i roditori pesavano 700 kg
La scoperta del Falcarius
Dalla taiga alla provetta
Gli Ominidi di Maludong
Pi grande sauro piumato
Il Triceratopo non mai esistito?
Il dinosauro pi grande di sempre
Svelato l'Albicetus oxymycterus
Clonare un leone delle caverne?
Zelandia: un nuovo continente
  misteri
  astronomia
  etologia
  fenomeni estremi
  DOSSIER
  ESPERIENZE
  esplorazioni
Iscriviti alla Newsletter   Iscrizione Newsletter
  Pi grande sauro piumato   Mammut Lanoso
 

Anche nel campo della paleontologia la scoperta di tracce fossili di specie viventi non ancora classificate sembra non avere mai fine. In Cina si erano già scoperte diverse specie di sauri piumati, ma mai delle dimensioni di quello annunciato dalla rivista "Nature" e dall'Accademia delle Scienze cinese nella primavera 2012.
Il ricercatore Xu Xing, paleontologo cui si deve la classificazione di svariate specie di sauri estinti, unitamente a Wang Kebai, Zhang Ke, Ma Qingiu, Xing Lida, Corwin Sullivan, Hu Dongyu, Cheng Shuking e Wang Shuo, ha potuto esaminare i resti fossili di tre esemplari, rinvenuti a Batuyingzi, nella provincia di Liaoning, ai quali ha attribuito la denominazione di Yutyrannus huali, latinizzazione di "bellissimo tyrannus piumato". Il nome si riferisce al fatto che il sauro appare classificabile come Tyrannosauroideum, cioè affine al ben noto Tyrannosaurus rex.
Quest'animale era un grande predatore bipede, lungo 9 metri (il cranio era di 90 centimetri) con un peso stimato in oltre 1.400 kg, quindi enormemente più grosso di qualsiasi rettile piumato scoperto in precedenza. I fossili sono stati trovati in strati geologici che si fanno risalire al periodo Aptiano, nel Basso Cretaceo, tra 112 e 125 milioni di anni fa.
Secondo il prof. Xu Xing, le piume dello Yutiranno erano piuttosto simili a filamenti e probabilmente avevano come scopo primario l'isolamento termico. Questa recente scoperta confermerebbe la tesi di coloro che ritengono che le piume non fossero un fenomeno particolarmente raro sui grandi sauri preistorici.

Iscriviti alla Newsletter   Iscriviti alla Newsletter per essere avvisato su ogni aggiornamento