home
  la rivista on-line
  contatti
  fauna marina
  fauna terrestre
  botanica
  preistoria
  misteri
  astronomia
  etologia
 fenomeni estremi
I tornado orizzontali
L'isola che non c'
Nuove rivelazioni su Tunguska
Eruzioni Vulcaniche Spettacolari
Red Sprite
Aurore Boreali
Le Luci di Marfa
Le Pietre Mobili
Le colline dell'antigravità
Onde anomale
Dove sono finiti i "relampagos"?
Una tempesta sottomarina
I segreti del Lago Vostok
Filmato in Australia un vortice di fuoco
Lo "Tsunami di sabbia" in Australia
Undulatus asperatus
L'asteroide di Celyabinsk
La terza fascia di Van Allen
Misteri di ghiaccio e Cerchi delle Fate
La scoperta degli Archi Rossi
Tsunami di ghiaccio
Radio Bursts: scariche di segnali radio
Un misterioso cratere in Siberia
Un arcobaleno quadruplo
Nubi lenticolari
Nuvole... cadenti
Fenomeni atmosferici insoliti
La Bocca dell'Inferno
  DOSSIER
  ESPERIENZE
  esplorazioni
Iscriviti alla Newsletter   Iscrizione Newsletter
Canidi rari
Eruzioni Vulcaniche spettacolari
 

In Australia il fenomeno chiamato "le nubi della Gloria del Mattino"

Incredibilmente, il nostro pianeta ci presenta ogni giorno aspetti che non conoscevamo. Tra questi merita di essere ricordato un fenomeno poco studiato che si manifesta quasi esclusivamente nel Golfi di Carpentaria, tra la Terra Arnhem e Capo York, nell'Australia settentrionale. Ci riferiamo alle nuvole della Gloria del Mattino (Morning Glory clouds, come sono chiamate in Australia), cioè delle nubi "a rolo" (roll clouds) che per certi aspetti di potrebbero definire "tornado orizzontali". Questi fenomeni si manifestano come lunghe nuvole a forma di "salsicciotto", singole o in serie che solo in questa regione si presentano con una certa regolarità ma sono state avvistate anche nelle regioni centrali degli Stati Uniti, sulla Manica, su Berlino e nella Russia orientale. Il fenomeno è sicuramente legato alla morfologia dell'ambiente ed al formarsi di brezze, soprattutto marine, in concomitanza di alta pressione ma di forte umidità; tuttavia, i precisi meccanismi che lo generano non sono ancora del tutto chiariti. Le "nubi del mattino" solitamente si producono tra 1.000 e 2.000 m di altitudine e possono essere lunghe fino a 1.000 km, con una velocità di spostamento fino a 60 km/h; spesso sono accompagnate da forti raffiche di vento, venti di caduta (windshear) e rapido incremento della pressione al suolo.

Iscriviti alla Newsletter   Iscriviti alla Newsletter per essere avvisato su ogni aggiornamento